Legislazione e Giurisprudenza, Separazione, divorzio -  Mazzotta Valeria - 2015-06-15

SPESE STRAORDINARIE: LA CASSAZIONE RIBADISCE, NON A FORFAIT - CASS. 11894/2015 - Valeria MAZZOTTA

Mantenimento dei figli minori e  maggiorenni non economicamente autosufficienti.

Le spese straordinarie non possono essere incluse nell'assegno mensile, poichè ciò contrasterebbe con la la loro natura.

Le spese straordinarie per i figli non possono essere incluse nell"assegno ordinario di mantenimento, ma vanno rimborsate a parte.

Lo impone la loro natura, trattandosi, appunto, di elementi imprevedibili e imponderabili, a tali quindi da non essere predeterminati in anticipo. Diversamente opinando, ci si porrebbe in contrasto con i principi di proporzionalità e di adeguatezza del mantenimento, oltre a pregiudicare la prole, che potrebbe essere privata di cure necessarie o di altri indispensabili apporti.

E" quanto ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 11894/2015, ribadendo un principio già espresso in precedenza (ad esempio, Cass. 18869/2014 già commetata su questo sito).

Le spese straordinarie, ossia, notoriamente, quelle mediche, scolastiche, oltre che ludiche e per il tempo libero, sono quelle che, per la loro rilevanza, imprevedibilità e imponderabilità, esulano dall'ordinario regime di vita dei figli: includerle in via forfettaria nell'ammontare dell'assegno, posto a carico di uno dei genitori, potrebbe chiaramente  contrastare con il principio ciascun genitore si fa carico delle esigenze dei figli in misura proporzionale al proprio reddito, rendendo di conseguenza il mantenimento non adeguato. E" poi impossibile stabilire a priori e via forfettaria ciò che per sua natura è imprevedibile e non quantificabile: accade talora, ad esempio, che per certi periodo non maturi alcuna spesa straordinaria per i figli minori, poi, improvvisamente, occorra sostenere costi, anche ingenti, di natura medica o per far fronte alla dotazione libraria. Insomma, impossibile stabilire un forfait rimborsabile in misura fissa. Ad esserne pregiudicata sarebbe la prole, alle cui esigenze si rischierebbe di non far fronte in modo adeguato.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati