Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Santuari Alceste - 2014-09-28

SPL: GLI ADEMPIMENTI DA ASSOLVERE ENTRO IL 31.12.2014 – Alceste SANTUARI

Gli enti locali, sia in qualità di soci pubblici sia in qualità di enti affidanti il servizio, entro il 31 dicembre di quest"anno, sono chiamati ad alienare le partecipazioni azionarie delle società che hanno per oggetto la produzione di beni e servizi non strettamente necessari per le finalità istituzionali degli enti pubblici.

Infatti, ad esito dell"obbligo di ricognizione societaria previsto dall"art. 3, comma 29, l. n. 244/2007, come modificato dall"art. 1, comma 569 l. n. 147/13, gli enti locali hanno tempo fino al 31 dicembre 2014 per alienare, mediante procedura ad evidenza pubblica, le partecipazioni azionarie di cui sopra. Le sanzioni stabilite dall"ordinamento (cessazione ad ogni effetto delle partecipazioni non alienate entro i termini prescritti) fanno ritenere che trattasi di un obbligo cogente e non più rinviabile.

Entro la medesima gli enti locali debbono procedere altresì, in forza del combinato disposto degli artt. 34, commi 20 e ss, d.l.n. 79/12 e 13, d.l. n. 150/13, a verificare che gli affidamenti dei spl siano conformi al dettato normativo europeo, ossia assicurino la parità di trattamento tra gli operatori economici, l"economicità della gestione, nonché un"adeguata informazione alla comunità di riferimento.

In particolare, l"art. 34, comma 20 stabilisce che l"affidamento dei spl a rilievo economico venga sempre effettuato sulla base di un"apposita relazione, pubblicata sul sito internet del comune affidante, nella quale si dia conto della sussistenza dei requisiti previsti dal diritto europeo per la forma di affidamento e degli obblighi di servizio, indicando anche le eventuali compensazioni economiche previste.

L"art. 13, d.l. n. 150/13 ha integrato la previsione del d.l. del 2012 stabilendo che "in deroga a quanto previsto dall"art. 34, comma 21 del DL 179/12[…] laddove l"Ente responsabile dell"affidamento (ovvero, ove previsto, l"ente di governo ATO) abbia già avviato le procedure per l"affidamento pubblicando la relazione di cui al comma 20 del medesimo articolo, il servizio è espletato dal gestore fino al subentro del nuovo gestore e comunque non oltre il 31 dicembre 2014" (comma 1).

Si tratta di una previsione che, peraltro in linea con le più recenti disposizioni normative commentate su questo sito, intende individuare procedure e affidamenti dei spl coerenti non soltanto con la normativa europea, ma anche con dimensioni territoriali ritenute ottimali. Invero, il comma 2 dell"art. 13, d.l. 150/13 prevede che in caso di inerzia degli enti locali intervenga il potere sostitutivo del Prefetto competente per territorio, con spese a carico dell"ente locale inadempiente.

La sanzione consiste nella cessazione del servizio che si verificherà qualora alla scadenza del termine del 31 dicembre 2014 non abbia luogo il prescritto subentro a favore del nuovo soggetto gestore (art. 13, comma 1, d.l. 150/13).

La gestione dei spl per ambiti territoriali ottimali condiziona l"azione degli enti locali, atteso che in qualità di enti affidanti del servizio a rete essi possono trovarsi al cospetto di una gestione suscettibile di decadenza, a causa, da un lato, del ritardo, con cui le Regioni possono deliberare la costituzione degli ATO e, dall"altro, dell"inerzia con la quale gli stessi ATO possono deliberare l"affidamento del servizio.

Nell"ambito delle loro competenze istituzionali, dunque, gli enti locali sono chiamati a concorrere alla realizzazione degli assetti organizzativi a livello di bacino territoriale ottimale, sollecitando, da una parte, la Regione ad intervenire e, dall"altra, informando il Prefetto in ordine ad eventuali inadempienze o ritardi.

Ancora una volta è possibile affermare che gli enti locali giocano una partita strategica nella definizione degli assetti organizzativi e gestionali dei servizi pubblici.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati