Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Mazzotta Valeria - 2013-10-08

TRUST PER GARANTIRE LA SUCCESSIONE NELL'AZIENDA FARMACEUTICA - Ord.Tar Lombardia BS 3/9/2013 - V.MAZZOTTA

Nel caso in cui gli eredi del de cuius farmacista non abbiamo ancora conseguito la laurea in farmacia e la conseguente abilitazione all"esercizio della professione di farmacista, e occorra attendere oltre l" anno e mezzo dalla morte del farmacista previsto dalla legge, è possibile ricorrere al trust avente la finalità di destinare il patrimonio rappresentato dalla farmacia a beneficio esclusivo degli eredi.

Nel caso di specie l"attività di farmacista era stata affidata dagli eredi a una società trustee. Il TAR Lombardia, Sezione II di Brescia, con decreto cautelare del 13 agosto 2013 prima e con ordinanza n. 459 del 3 settembre 2013 successivamente, ha ritenuto infondate le eccezioni dell"ASL che aveva negato il riconoscimento del trasferimento della titolarità della farmacia a favore del trust, ritenendo tale istituto incompatibile con il servizio farmaceutico: precisamente, il trust è stato qualificato come valido strumento di trasferimento della titolarità della farmacia. L"interesse prevalente è quello degli eredi a non essere costretti alla vendita della farmacia a terzi, potendone derivare un danno grave ed irreparabile, mentre l"interesse pubblico alla corretta gestione della farmacia è comunque assicurato dalla  società trustee. Dotata, nel caso di specie, delle necessarie qualifiche.

Il provvedimento è importante perché tutela gli interessi e i diritti degli eredi a non veder vanificata l"azienda farmaceutica, e contestualmente garantisce al pubblico la continuazione dell"attività nel rispetto del diritto alla salute.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati