Articoli, saggi, Formazione  -  Cendon Paolo - 2015-12-30

UNIVERSITA, DIRITTO COMPARATO, TRE VOCI

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI DIRITTO COMPARATO

COMITATO NAZIONALE ITALIANO DELLA

ASSOCIATION INTERNATIONALE DES SCIENCES JURIDIQUES

Oggetto: URGENTE ! scadenza referees VQR 2011/14

A tutti di docenti strutturati dei SSD IUS02 e IUS21

Si ricorda che il 10 gennaio 2016 scade il termine per rispondere alla "call" per referees nella VQR 2011-14. Allo stato risulta che solo una decina di docenti (di I, II e III fascia) hanno inviato la loro candidatura, un numero assolutamente insufficiente per valutare gli oltre 600 prodotti della ricerca provenienti dai circa 300 docenti strutturati dei SSD IUS02 e IUS21 che dovranno essere valutati da 2 revisori.

Per una equilibrata distribuzione del lavoro occorre cercare di raggiungere i 200 revisori.

Sul sito dell"ANVUR, alla pagina [http://www.anvur.it/attachments/article/855/GEV12_Call%20candidature%20re~.pdf ] è pubblicata la chiamata per revisori . I requisiti sono essere inseriti nei ruoli universitari o di istituti di ricerca pubblici e l"aver pubblicato almeno 5 prodotti negli ultimi 5 anni.

Il modulo per la domanda si trova alla pagina [http://www.anvur.it/attachments/article/855/GEV12_Form%20candidatura%20re~.pdf] ed inviarlo all"indirizzo di posta elettronica indicato.

La VQR non solo è un esempio di mutualità universitaria (ciascuno valuta i lavori di altri, mentre gli altri valutano i lavori propri) ma è anche un importante occasione di affermazione delle discipline comparatistiche all"interno dei rispettivi Dipartimenti. Nella precedente VQR (2004-2010) i risultati furono eccellenti e contribuirono a rafforzare il ruolo dei comparatisti nei propri Dipartimenti.

Confidiamo che, con il contributo di tutti, si possa ripetere la prestazione della VQR passata.

Il Consiglio Direttivo dell"AIDC


---------------------------------------

Cari Soci

nell"anno che è giunto al termine la nostra Società scientifica è stata protagonista di numerose iniziative di primo piano. Ringrazio tutti coloro che vi hanno preso parte, contribuendo ad arricchire con il proprio contributo la vita associativa.

Nel prossimo anno, la SIRD terrà il proprio Convegno annuale a Trapani, nei giorni 23, 24, 25 giugno (l"indicazione è anticipata rispetto alle consuete scadenze per consentire a tutti di esserci).

Per coloro che lavorano in Università, segnalo l"opportunità di aderire al bando per i referees della prossima vqr. Il termine scade il prossimo 10 gennaio. Il modulo per proporre la candidatura è in allegato, l"indirizzo cui inviarlo è: [email protected] unitamente alla scansione del proprio documento di identità (la call per questa procedura è al sito seguente: http://www.anvur.it/attachments/article/855/GEV12_Call%20candidature%20re~.pdf)

Come sapete, per i Dipartimenti universitari la valutazione dei prodotti della ricerca è decisiva al fine di comprendere quali aree disciplinari a livello nazionale esprimono le maggiori capacità di ricerca. Assicurare referees che possiedano competenze nei nostri settori (IUS02-IUS 21) e che dimostrino integrità nella valutazione è uno dei compiti principali delle società scientifiche. Per questa ragione confido che l"invito non cada nel vuoto

Colgo l"occasione per porgere a tutti gli auguri più sentiti per il nuovo anno,

Michele Graziadei

Presidente della Società italiana per la ricerca nel diritto comparato

Società Italiana per la Ricerca nel Diritto Comparato www.sirdcomp.it [email protected] Il Direttore

-----------------------------------

Care amiche e cari amici

Michele Graziadei e Vincenzo Zeno Zencovich, nella loro qualità di Presidenti delle due associazioni nelle quali militano fieramente divisi i comparatisti italiani, hanno, con due distinte lettere (allegate), invitato i rispettivi soci a presentare la propria candidatura ad operare come referee nella vqr attualmente in corso.

Tale invito dà per scontato che nessun dubbio possa esistere sulla bontà delle procedure di valutazione poste in essere dall"Anvur e su quella in corso in particolare. Eppure:
a) molti colleghi singolarmente e molti consigli di dipartimento collegialmente, stanno formulando critiche alla procedura; in molti hanno deciso di non presentare i prodotti per la valutazione. Hanno tutti sicuramente torto?
b) diverse perplessità aveva generato il precedente "esercizio di valutazione":  ad esempio perché in molti avevano ricevuto giudizi più che lusinghieri dai valutatori e poi si sono visti negata l"abilitazione scientifica nazionale;
c) perplessità esistono anche sull"uso che è stato fatto del precedente esercizio di valutazione in ordine alla distribuzione delle risorse. Esso ha aggravato il solco tra le Università. E se insegnassi in un ateneo meridionale sarei molto arrabbiato. Mi limito sul punto a rinviare alle considerazioni svolte da Ernesto Galli della Loggia nel suo editoriale sul Corriere della Sera di oggi.

Non pretendo che quanto espresso nei punti a, b, c, trovi tutti d"accordo. Ma proprio questo possibile disaccordo probabilmente non legittima una decisa presa di posizione favorevole alla vqr (così come impostata) da parte delle due associazioni in quanto tali.

Sia Michele che Vincenzo sottolineano anche l"importanza della vqr al fine di individuare le aree disciplinari migliori. Vincenzo ricorre enfaticamente alla espressione: "affermazione delle discipline comparatistiche nei rispettivi dipartimenti".

Comprendo le ragioni di tali richiami. Ma credo che i mali dell"Università italiana nascano da questo clima di finta competizione e dall"accettazione della logica delle discipline e dei settori disciplinari che non giovano al progresso della scienza e non giovano alla formazione dei giovani giuristi. Forse dovrebbero essere proprio i comparatisti a rifiutare questa logica deleteria e tutta italiana per proporre approcci totalmente diversi.

Come sempre non punto l"indice contro nessuno.  Provo soltanto ad alimentare un possibile dibattito. Sempre che ci sia ancora qualcuno che abbia voglia di discutere.

Giungano a tutti le scuse per aver occupato le vostre caselle di posta elettronica e gli auguri più sinceri per l"anno nuovo in arrivo

Giovanni Pascuzzi



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati