Legislazione e Giurisprudenza, Parti del processo -  Redazione P&D - 2013-07-06

VALORE DELLA DEPOSIZIONE DE RELATO E POSSIBILITA' DI CHIAMATA DEL TERZO NEL PROCESSO CIVILE- Trib. R.E. 1160/2013

La deposizione de relato ex parte, in assenza di altri elementi, ha valenza probatoria sostanzialmente nulla.

La domanda riconvenzionale è ammissibile se dipende dal titolo dedotto in giudizio dall"attore o se comunque vi è un collegamento oggettivo che lega le domande principali e riconvenzionali.

L"opponente non può citare il terzo direttamente, ma deve domandare con lo stesso atto introduttivo l"autorizzazione al Giudice per la sua chiamata, analogicamente all"art. 269 comma 2 c.p.c., limitandosi a citare il solo ricorrente in via monitoria, non potendo le parti originarie essere altri che ingiungente ed ingiunto, e dovendo poi il Giudice autorizzare la chiamata nel corso della prima udienza, a pena di nullità della chiamata diretta del terzo.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati