27/02/2024

Rumori, odori, fumo, polveri: il risarcimento del danno esistenziale

Può accadere che qualcuno a casa sua rimanga vittima di immissioni sgradevoli o nocive: rumori dall’esterno, ad esempio dalla strada sottostante, oppure odori disgustosi insopportabili, oppure polveri, oppure scuotimenti dovuti ad una tipografia installata sotto di noi.

In questo caso è abbastanza probabile che la nostra casa subirà un deprezzamento patrimoniale: chi la volesse comprare o prendere in affitto sarebbe disposto a pagare un prezzo sensibilmente inferiore. Per tale deprezzamento economico potremo ottenere un’indennità oppure un risarcimento, a seconda dei casi.

Da un po’ di tempo in qua, però, si è cominciato a capire che il problema non è soltanto questo. Chi vive in una casa sottoposta ad immissioni pesanti si trova automaticamente a vivere piuttosto male: dato il rumore, la fatica a dormire, a parlare coi suoi, a scambiare delle tenerezze, a concentrarsi nel lavoro, a vedere la televisione, a sentire i propri dischi, magari soltanto a pensare. E le ripercussioni antipatiche ci sono altresì se ad esempio entrano in casa l’odore di una fattoria di maiali, delle polveri sottili particolarmente insidiose del cementificio, degli scuotimenti dovuti a una discoteca o a dei martelli pneumatici.

Si tratta di danni non patrimoniali, e fino a un po’ di tempo fa la giurisprudenza era indecisa circa il loro destino tecnico.

Da qualche tempo in qua, tuttavia, con l’affermarsi ormai definitivo del danno esistenziale, l’orientamento si è modificato: anche la Cassazione si è ultimamente pronunciata in senso favorevole alla risarcibilità per queste voci negative che attengono alla persona, indipendentemente o aggiuntivamente alle voci di carattere strettamente patrimoniale. Perciò oggi, alle vittime di danni del genere, sarà aperta la via del giudizio in Tribunale, dove sarà comunque consigliabile, a chi chiede il risarcimento, cercare di essere il più possibile rigorosi e minuziosi nel descrivere tutte le conseguenze negative che si sono effettivamente patite a seguito dell’immissione pregiudizievole.



https://drive.google.com/file/d/1VvTgG4QyuitENknGR33aYrGUKUWMBn2b/view?usp=sharing




immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Articoli correlati

Altro dell'Autore