Changing Society, Intersezioni -  Pant√® Maria Rosa - 2015-07-20

VOCAZIONE – Maria Rosa PANTÉ

Ad Anna, morta giovane, la mano che ha tolto il tuo nome

dal cassetto della sala professori è la mia.

Ora sei libera...

Chiuderò i tuoi occhi perchè sia libera

la tua anima nel volo.

Ti prenderò fra le mie braccia ancora

caldo di vita appena vissuta e ora

cessata. Respirerò il tuo ultimo

respiro, denso di altrove e mistero.

Cercherò i tuoi sospiri forse le tue ultime

parole. Se parole

saranno e non rantoli.

Guarderò i tuoi occhi frugare l'ultima

luce, l'estrema luce

di questa vita che sola ci è nota.

Ascolterò il tuo addio e ti sarò

vicina, terrò la tua mano fino

al limite estremo, verrò con te

dove potrò: ogni volta un passo avanti

nel mistero. Sarò lì a consegnarti

al sacro spazio di chi muore. Chiunque

tu sia non lascerò la tua mano

già inerte e piangerò sulla tua assenza

acerba o tarda che sia. La morte

che impaura, la morte

che cattura, alle soglie della morte.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati