Famiglia, relazioni affettive - Ordini di protezione, antiviolenza -  Cariello Maria - 02/03/2014

LA RESPONSABILITA' GIURIDICA PER ATTI DI BULLISMO - Maria CARIELLO

L'allarme dei mass media spesso "urlato" su quotidiani e periodici, non appare particolarmente efficace per far comprendere agli attori (bulli, genitori, insegnanti ecc.) l'estrema gravità del "bullismo" che è considerato ormai un problema di salute internazionale. L'atteggiamento nella valutazione di tali agiti, è spesso superficiale, sì da provocare una semplificazione ed una banalizzazione dei comportamenti devianti, causando conseguentemente la mancata presa di consapevolezza del problema. Spesso genitori ed insegnanti percepiscono il bullismo come una realtà estranea ai propri figli ed ai propri studenti.

E intanto, il bullismo assume atteggiamenti sempre più tecnologici e sofisticati, come nel cyberbullismo, che provocano danni gravissimi alla vittima sino a colpire l'identità della persona.

Con questo lavoro edito da Giappichelli,  l'avv. AnnaLivia PENNETTA di Novara, offre ai suoi lettori un quadro degli aspetti del diritto civile, penale, internazionale, per dare conto della illiceità dei comportamenti e delle conseguenze che l'ordinamento ha previsto, dedicando le prime pagine all'indispensabile contributo della scienza psicologica per concludere con l'indicazione di "buone prassi" e di interventi "di prossimità", per la soluzione dei conflitti all'interno del gruppo, che fanno ben sperare.