Amministrazione di sostegno  -  Redazione P&D  -  27/08/2021

Sclerosi laterale amiotrofica - amministrazione di sostegno - ora per allora - Paolo Cendon

(da ‘’il diritti dei più fragili’’, Rizzoli, 2018)

\\\\\\\\\\\\\\

Una donna non più giovane, con una forma di s.l.a. grave, attualmente lucida, non vuole che le venga applicata la ventilazione artificiale, quando sarà l’ora. “Una strada senza ritorno, dice, non sarebbe vita autentica; trattandosi di uno stadio avanzato come il mio, zero speranze di ripresa: meglio farla finita quanto prima”.

Chiede quindi che  dal Giudice tutelare  le venga subito nominato l’‘amministratore di sostegno; nel suo caso il marito: con l’esplicita attribuzione (a quest’ultimo) della facoltà di negare ai medici il consenso, circa quel trattamento, al momento giusto: quello del ricovero ospedaliero, quando lei sarà prevedibilmente obnubilata.

Hanno ragione,  domando,  i  magistrati i quali, osservando come il codice parli di ‘attualità’ dello stato di oscurità, negano possa farsi luogo a tale nomina?

In astratto sì, votano gli studenti:  davanti a richieste immotivate, senza base.

C’è un caso comunque, proseguiamo all’unisono, in cui sarà possibile esigere che l’amministratore di sostegno, con quella delega specifica,  venga nominato “senza indugi” (nella fase in cui la paziente è ancora padrona di sé).

Quando esista, ed è l’ipotesi in esame, il fondato pericolo di un’impennata repentina della malattia; con un rabbuiarsi fulmineo nella consapevolezza,  a non lontana scadenza: questione di poche settimane.

 Troppo alto è il rischio, ecco la spiegazione, che la crisi respiratoria e di coscienza possa aver luogo in frangenti  - di notte, nel week end, durante le feste -  in cui il giudice tutelare sarà, di fatto, irraggiungibile.

Col risultato di una paziente, allora, non in sé fisicamente e mentalmente;  priva di un vicario in grado di rappresentarla:  destinata a finire proprio dove lei diceva di temere, ossia dentro il polmone artificiale.

 





Articoli correlati

Altro dell'Autore