24/01/2023

Rafforzamento dell'AdS e abrogazione dell'interdizione - P.Cendon, R.Rossi

Da troppo tempo ormai continua l’annosa disputa tra gli operatori del diritto sulla linea di demarcazione degli spazi applicativi delle diverse misure di protezione presenti nel nostro ordinamento; tanto che è divenuto urgente un intervento legislativo che estrometta dall’ordinamento le vecchie misure dell’interdizione e dell’inabilitazione.
E’ vero sì che la Cassazione ha chiarito, fin dalla prima pronuncia del 2006, che l’Amministrazione di sostegno è la stella polare del sistema e che gli strumenti tradizionali detengono una spazio del tutto residuale, dovendo essere intesi quali extrema ratio; tuttavia, lo spazio valutativo riservato al giudice e l’indicazione di criteri discretivi dai contorni non netti ha fatto sì che l’interdizione campeggi ancora indisturbata; con esiti in termini di schiacciamento della dignità della persona non più tollerabili in una società civile che voglia dirsi moderna e rispettosa dei diritti fondamentali della persona umana.
Tutto ciò che si può fare con l’interdizione può farsi e meglio con l’amministrazione di sostegno.

L'autore

Paolo Cendon nato a Venezia, allievo di R. Sacco a Pavia, Ordinario di Diritto Privato nell'università di Trieste. Fra i suoi libri, '’Il dolo nella responsabilità extracontrattuale’', Giappichelli, 1976; ‘'Il prezzo della follia’', Il Mulino, 1984; '’Parole all'indice’', Giuffré, 1994; ‘'I malati terminali e i loro diritti’', Giuffré, 2003; '’Amministrazione di sostegno’’ (con R. Rossi), Utet, 2009. Ha redatto nel 1986 il testo destinato a fungere come base per l'AdSostegno. Ha messo a punto qualche anno dopo le linee della figura del Danno esistenziale. Ha fondato nel 2006 la rivista on line ‘’Persona e Danno’’. Ha coordinato nel 2007 la redazione del Progetto per l'abrogazione dell'interdizione. Ha pubblicato nel 2016 il romanzo '’L'orco in canonica’’, Marsilio; nel 2018 ‘'I diritti dei più fragili’’, Rizzoli; nel 2020 il romanzo ‘’Storia di Ina”, Aliberti; nel 2021 ‘’Rifiorire’’, Corsiero. Presiede l’Associazione ‘’Diritti in movimento’’. Coordina a livello scientifico il ‘’Tavolo sui diritti delle persone fragili’’, presso il Ministero della Giustizia.

Rita Rossi è avvocato in Bologna ed autore di numerose pubblicazioni.




immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Articoli correlati

Altro dell'Autore