20/02/2024

Valore esistenziale del denaro e risarcimento del danno

Nel risarcimento del danno non patrimoniale il denaro ha molta importanza, si parla a riguardo di “valore esistenziale denaro”. Si vuole alludere con ciò al fatto che in certi casi la vittima dell’illecito, la quale non riceve il denaro che avrebbe diritto di ricevere, è destinata a fare per effetto di tale illecito una vita peggiore di quella che avrebbe fatto se invece il denaro le fosse stato consegnato. In effetti il denaro serve, a questo mondo, per fare una serie di cose, alcune delle quali hanno un “tasso di esistenzialità” piuttosto alto: mangiare, comprare da vestirsi, viaggiare, fare sport, acquistare libri e dischi, studiare, restaurare la propria casa cadente, fare beneficenza, curarsi e così via. Chi non può fare queste cose vivrà una vita scadente.

I casi da considerare possono essere i più vari.

  • il padre e la madre che non corrispondono ai figli il denaro necessario per il mantenimento
  • idem i coniugi fra di loro
  • oppure il datore di lavoro che licenzia, che mobbizza, che demansiona
  • oppure la banca che si comporta in maniera illecita facendo una segnalazione illecita alla centrale rischi, intentando una procedura esecutiva infondata.

E gli esempi potrebbero moltiplicarsi: in questi casi la vittima potrà sempre richiedere il risarcimento del danno esistenziale.


https://drive.google.com/file/d/1STZCzkXg4_z8_D5DBO-9_Qn9K1niEY8i/view?usp=sharing




immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Articoli correlati

Altro dell'Autore