Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Famiglia, relazioni affettive / invalidità, separazione, divorzio

28/12/15

"LABIRINTI DI RELAZIONI: PRIMA COPPIA, POI NO, POI Sì" - Trib. Monza 11.4.2006 - A.G.

- separazione e divorzio

- riconciliazione per facta concludentia

- necessaria un'effettiva ricostituzione dell'unione coniugale non solo sul piano volontaristico, ma anche su quello della concreta organizzazione, partecipazione e condivisione delle scelte quotidiane di vita

La vicenda che ha originato la ...

leggi tutto ›
 

19/12/15

"NO ALL'AFFIDO ALTERNATO" . CASS. ORD. 25418/2015 - Valeria MAZZOTTA

 

Affidamento dei figli: no all'affido alternato. Prevale il diritto del minore a trovare stabilità nell’habitat domestico in cui vive e a mantenere un rapporto il più possibile continuativo con il genitore collocatario.

 

Negato al padre l’affidamento alternato o comunque un regime di affido con tempi paritetici: il minore deve infatti trovare stabilità nell’habitat domestico in cui vive e mantenere un rapporto il più possibile continuativo con il genitore collocatario.

E’ quanto afferma la Cassazione con l’ordinanza n. 25418 del 17 dicembre 2015, rigettando il ricorso di un padre ...

leggi tutto ›
 

18/12/15

"SE GIUDICE PRESCRIVE UN PERCORSO DI CONSAPEVOLEZZA GENITORIALE?" - Trib. Roma n.23857/2015 - V. MAZZOTTA

Affidamento condiviso: l'accesa conflittualità non è di ostacolo.

Potere del Giudice di prescrivere un percorso di “consapevolezza genitoriale”

 

La sentenza del Tribunale di Roma (n. 23857 del 13.11.2015) in commento è interessante sotto molteplici profili, ma quello che forse è il più eclatante consiste nella prescrizione di un percorso di “consapevolezza genitoriale” nei confronti di due genitori, la cui relazione è altamente conflittuale. A ...

leggi tutto ›
 

09/12/15

"LA CD. VIGILANZA ATTIVA DEL GIUDICE TUTELARE" - Trib. Milano decr. 22/6/2015 - Valeria MAZZOTTA

Separazione, divorzio, cessazione della famiglia di fatto.

Il ruolo del Giudice Tutelare: in particolare, il potre di intervenire modificando le questioni di minor importanza o i profili meramente esecutivi.

 

Il potere di vigilanza attribuito dall’art. 337 c.c. al giudice tutelare concerne l'attuazione delle condizioni stabilite dal tribunale per l'esercizio della responsabilità genitoriale e non si estende all'attribuzione di poteri decisori che non siano meramente applicativi delle condizioni medesime, restando esclusa ogni st ...

leggi tutto ›
 

04/12/15

"ANCORA SUL COMODATO: NON CESSA CON LA SEPARAZIONE CONIUGALE"- CASS. 24618/2015 - Valeria MAZZOTTA

Separazione dei coniugi

Casa famigliare concessa in comodato dai parenti non va restituita ad nutum, perchè, anche a crisi coniugale in atto, permangono le esigenze abitative della famiglia.

 

La casa famigliare concessa in comodato dai parenti a di uno dei coniugi resta alla moglie separata, assegnataria  dell’immobile, poichè se il comodato è senza termine, per effetto della concorde volontà delle parti, si è impresso allo stesso un vincolo di destinazione alle esigenze ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity