Diritto, procedura, esecuzione penale  -  Redazione P&D  -  28/03/2023

Cremona, sieropositivo infettò la compagna: condannato a 8 anni

IN 4 ANNI DI RELAZIONE L'UOMO NON AVEVA MAI RIVELATO LA MALATTIA

-----

Stabilita una provvisionale di 100 mila euro, il resto sarà liquidato in un giudizio civile. L’uomo aveva interrotto le cure e favorito la trasmissione del virus

-----

CREMONA. Non ha mai confessato alla fidanzata di essere affetto da Hiv e l'ha contagiata. Per questo, con l'accusa di lesioni personali gravissime, un 52enne cremonese è stato condannato questa mattina in tribunale a Cremona a otto anni di reclusione. Come risarcimento danni è stata disposta una provvisionale di 100.000 euro a favore della parte civile, mentre il resto è da liquidarsi in un separato giudizio civile. La storia: sieropositivo, per un periodo di tempo il cremonese non si era sottoposto alle cure e non aveva assunto i farmaci previsti dalla terapia, favorendo così la trasmissione del virus alla sua fidanzata, ignara di tutto. Fino a quando, dopo quattro anni di relazione, dal 2016 al 2020, e un anno di convivenza, la donna aveva scoperto per caso la malattia del compagno. Era il 20 febbraio del 2020, lo aveva accompagnato in ospedale dopo un incidente stradale e lì, leggendo i referti medici in attesa che il compagno venisse medicato, aveva scoperto come fosse affetto da Hiv. La donna si era immediatamente sottoposta a test e, una settimana dopo, aveva avuto la conferma di essere stata infettata. Poi la denuncia, l'iter processuale e, questa mattina, la sentenza




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Libri

Convegni

Video & Film